Articolo

Vincere senza ombre

👤scritto da Zimo 0 Commenti 📅14 ottobre 2019

È una fresca domenica mattina di Ottobre, di quelle in cui solitamente dormo un po’ più del solito, ma questa domenica è diversa dalle altre: oggi la sveglia suona presto per ricordarmi che sono un KEEEEYFOOORGE PLAYEEEER e soprattutto per ricordarmi... che sono in ritardo.

Il tempo di infilarmi una felpa e fare colazione e sono già in auto in direzione Novi Ligure perché oggi è il gran giorno: da Digital Replay si tiene il primo Store Championship della zona (formato Arconte) e l’eccitazione è alle stelle.
Mi rendo presto conto che se metà del mio cervello sta vaneggiando sogni di gloria, l’altra metà è ancora sotto le coperte a dormire: ho bisogno di un caffè.

Il negozio è in fermento e il clima accogliente: i tavoli sono apparecchiati e tutti sono pronti per partire. Corro al bancone, mi registro e ritiro il mio mazzo Era dell’Ascensione offerto come premio di partecipazione.

È qui che faccio una prima, piacevolissima scoperta: in questo evento è presente anche il celebre Vizzo, che partecipa sia in qualità di giocatore che di streamer.
Proprio così: l’evento viene trasmesso in diretta streaming! (video in fondo all’articolo).


Bella gente al Digital Replay

Vi presento

Ecco il mazzo che ho deciso di portare a questo evento. Le motivazioni che mi hanno spinto a fare questa scelta sono principalmente tre:

  1. È un mazzo che amo e che mi diverte tantissimo giocare;
  2. È un mazzo che reputo davvero molto competitivo;
  3. Adoro le espressioni delle persone quando realizzano che stanno per giocare contro un Brobnar - Marte della prima espansione che per di più non contiene Ombre.

I suoi punti di forza?
Un controllo Æmber incredibile grazie a triplo Artiglio Scompiglio , Apparato Disturbatore , e doppio Schiacciatutto . Da sottolineare come Bruciare le Scorte e Principio Effervescente prendono un sacco di valore se associate a meccaniche che aumentano la forgiatura.

Un ottimo controllo board, incentrato su un doppio Scuotiterra per le creature piccole e tanti spari in Logos più doppio Cannone Madre per quelle più grosse.
Inoltre tante meccaniche per combattere in Brobnar.

I Logos velocizzano grazie alla doppia La Madre , che risultano particolarmente facili da proteggere grazie al Cinghiale Temporale e la Nebbiogenesi .
Infine cito il Percussionista di Guerra che permette di giocare più volte gli effetti gioco delle creature Brobnar e Furto della Chiave che assume un valore speciale in un mazzo con tante creature Marte e due La Madre .

Che inizino le danze

Turno 1- Nicola Solari -

Contro Nicola avevo già giocato durante un torneo a Genova e ricordo una sonora sconfitta in semifinale. Gioca bene ed è un avversario temibile.

Appena leggo la lista tiro un sospiro di sollievo: il suo mazzo ha davvero poche creature con forza superiore a 3 e so che se gioco bene i miei Scuotiterra non dovrei avere problemi.
Purtroppo vedo il mazzo al contrario: lui parte da paura, io non riesco né a forgiare una chiave né a contestare le sue.

Finalmente, sulle due chiavi a zero per lui pesco i miei Artiglio Scompiglio , il Bruciare le Scorte e il Principio Effervescente . Riesco ad apparecchiare un ottima board e a recuperare turni, rimescolando il mazzo e riuscendo a vincere una partita sudata e combattuta.

Si preannuncia un torneo molto difficile.

Turno 2 - Cristian Michelin -

Prima di essere un avversario ai tavoli di Keyforge, Cristian è innanzitutto un caro amico ed è sempre un dispiacere scontrarsi con un amico così presto.

Lui dimostra preoccupazione perché teme la potenza di Zerxes, mazzo che conosce bene.
Combatte con le unghie e con i denti, ma purtroppo per lui il mio mazzo sembra avere le carte messe in ordine, il suo decisamente meno. Vedo tutto ciò di cui ho bisogno nel momento giusto e grazie a questo riesco a portare facilmente a casa la partita.

Gli auguro in bocca al lupo per le prossime partite, sperando di rivederlo in Top.

Turno 3 - Giovanni Piazza -

Maeve la Crepitante è il mazzo che più mi preoccupa di questo torneo.
Possiede una combinazione di carte particolare in grado di giocare fino a quattro volte Imitazione nel corso di un giro di mazzo.
Come se non bastasse Giovanni mi ha già battuto in passato proprio con Maeve.

Questa partita non fa eccezione: complice il mulligan peggiore della mia vita, La Crepitante riesce subito a prendere vantaggio. Sfrutto al meglio i miei Scuotiterra per rallentarlo, ma non basta e Giovanni forgia la sua prima chiave.

Siamo 1-0 per lui ma ho ancora possibilità di recuperare la partita, quando all’improvviso gioca entrambe le sue Imitazione sul mio Furto della Chiave .
Forgia due chiavi a costo 0 dopo aver ripreso in mano le carte archiviate non lasciandomi altra alternativa che stringerli la mano e complimentarmi per la sua vittoria.

Turno 4 - Marco Andolfo -

Questa è la partita di cui conservo meno ricordi, probabilmente a causa della fame lancinante e della pausa pranzo in arrivo.

Marco mi mette inizialmente in difficoltà grazie ai suoi Dis e mi rallenta molto rubando con Ombre.
Poi la mia board prende il sopravvento grazie alla potenza degli Scuotiterra , complice il fatto che Riccio non possegga un board wipe.

Chiudo di Furto della Chiave e, felice ma affamato, mi dirigo verso i toast che mi stanno aspettando.

Turno 5 - Diego D’Arrigo -

Non ho mai giocato contro Diego, ma so che è un valido giocatore.
Scherziamo sul fatto che ci stiamo probabilmente giocando l’ingresso in Top 8, motivo per cui siamo entrambi un po’ nervosi.

Lui gioca un bel mazzo con Brobnar ciccioni e Obelisco di Ferro , quindi devo assolutamente prendere il controllo del board prima che lo faccia lui.
Decido per questo di mulligare la mano iniziale nonostante non l’avrei fatto in un’altra situazione e con un po’ di fortuna riesco a prendere l’iniziativa, impedendogli di allargarsi troppo sul tappetino.

Da quel momento tengo stretto il vantaggio cercando di sfruttare il suo Obelisco di Ferro a mio vantaggio.

Alla fine scopriamo di esserci comunque qualificati entrambi per la Top 8, ma purtroppo non avremo occasione di giocare la rivincita.

Quarti di finale - Leonardo de Agostini -

Leonardo è un caro amico, e come è stato per la partita con Cristian siamo entrambi molto dispiaciuti di incontrarci ai quarti di finale. Lui ha il vantaggio di conoscere molto bene Zerxes, mentre io non conosco affatto bene il suo mazzo.

Effettuo un’ottima partenza, ma purtroppo lui vede subito Portale di Dis e Tre Sorti . Le mie chance di vittoria diminuiscono ulteriormente quando riesce pure a forgiare due chiavi.

Comincio a temere, poi riesco a prendere il controllo grazie a una grossa board Brobnar con la quale riesco a rushare la seconda e la terza chiave sfruttando il fatto che lui abbia già giocato tutto ciò che aveva a disposizione per rallentarmi.

Semifinale - Riccardo Vizzo -

Felice per il risultato raggiunto, mi preparo alla partita con Riccardo che gioca un mazzo incredibile con il quale non ha ancora perso una partita.

Parto lento, costretto a scartare sia Bruciare le Scorte che Principio Effervescente mentre lui forgia in fretta due chiavi e ha ben sei Æmber nella sua Æmber pool.
Zerxes però non mi delude e nelle partite lunghe dimostra la sua forza. La partita verrà decisa da belle giocate e scelte difficili da parte di entrambi. Riesco a spuntarla grazie ai miei Marte e dopo il suo Portale di Dis grazie ai miei Brobnar.

Ci salutiamo con affetto e stima reciproca, con la promessa di una rivincita.

Finale - Matteo Dameri -

Matteo parte benissimo, apparecchiando una buona board Marte, poi Sanctum e poi Ombre.
Sono costretto a giocare in difesa, rispondendo ad ogni sua mossa per allungare le prime fasi di partita e prendere il tempo di cui ho bisogno per vedere ciclare il mio mazzo.

Costretto a valutare a fondo ogni singola giocata, riesco ad allargare pian piano la board, riuscendo finalmente ad incastrare un Furto della Chiave verso la fine del giro di mazzo.
Poco dopo riesco ad incastrare un turno Brobnar disegnato grazie al quale prendo il controllo definitivo del board, distruggendo i suoi Sanctum grazie a Scuotiterra , Capotribù Ganger , Schiacciatutto , Percussionista di Guerra e l’utilizzo del Guanto del Comando .

Da lì a poco la partita finisce, con una forgiatura a inizio turno e un secondo utilizzo di Furto della Chiave .

Stupito ma soddisfatto, mi godo i miei 10 minuti di celebrità e l’intervista del Vizzo, contentissimo di aver trionfato in questo store championship e felice di poter aggiungere alla collezione l’intero set a tema Bingle Bangbang .


Finale in corso

Considerazioni finali

Questo Store Championship è stata un’esperienza incredibile.

È stata una splendida occasioni per rivedere vecchi amici e conoscerne di nuovi. Non mi stancherò mai di ricordare quanto è bella la community di Keyforge, che rende ogni torneo un’occasione di ritrovo e divertimento.

Un ringraziamento speciale va all’organizzazione di Digital Replay Novi Ligure che ha permesso non solo uno svolgimento limpido e senza intoppi, ma anche di integrare i premi ufficiali con tanti mazzi.
Non solo: per chi non ha raggiunto la top 8 è stato giocato un Side Event Sealed, nel quale ha trionfato Stefano Westermann con , portandosi a casa ben 4 mazzi e l’ambitissimo tappetino Sanctum Baluardo.

Un sentito ringraziamento anche a Riccardo Vizzo che ha trasmesso l’intero evento in diretta streaming e che potete guardare qui di seguito:

Articoli correlati