Articolo

Scuola di KeyForge: Memorizzare le carte

👤scritto da Gian Bass 2 Commenti 📅02 febbraio 2019

Ciao e bentornato alla Keyforge Italia Training School (KITS)!!!
Nel precedente articolo di questa sezione avevo gettato le fondamenta per avere una buona base prima di cimentarsi nello spremere le meningi… Quindi oggi iniziamo subito a sinapsi tese a far lavorare il nostro bel testone!

Il concetto perno di tutti i giochi di carte strategici come Keyforge è come dicevo la memoria; vedremo quindi oggi, un metodo facilmente applicabile per arrivare a memorizzare un intero mazzo di carte napoletane (40 carte)!

N.B: Prima di tutto applica ciò che hai appreso nella scorsa lezione e concentrati.

La tecnica dei Loci (o detta in maniera più semplice delle stanze)

Ideata da Marco Tullio Cicerone (oratore romano di antipatia immensa se hai fatto il liceo e quindi ti sei dovuto cimentare nelle traduzioni dei suoi scritti), la tecnica dei Loci nasce per memorizzare lunghi discorsi.
Questa pratica si basa sulla innata capacità di associare diverse idee o immagini tra loro: nello specifico, la tecnica dei Loci ci aiuta ad associare le cose che vogliamo ricordare a immagini di luoghi (Loci) a noi familiari.
In pratica quando ti troverai a dover memorizzare una sequenza/serie di concetti chiave o simili, “il trucco” è associare ognuno di essi a una stanza di un edificio che conosci bene (scuola/casa o simili); nel momento in cui devi ricordare parte del tutto o la sua completezza, con un po’ di concentrazione ti basterà percorrere le stanze nella stessa sequenza con cui hai immaginato di percorrere tale luogo e quindi “incontrare” i concetti che vi avevi fissato, nella sequenza esatta. Un consiglio, per le prime volte, al fine di esser sicuro di non sbagliare la sequenza, è di fare un percorso mentale abituale, molto simile a quello che faresti nella vita reale, in modo da non confonderti nella sequenza.

Quando farai tua questa tecnica potrai passare al livello successivo: memorizzare un mazzo di 40 carte (mazzo di carte napoletane per intenderci).

Come memorizzare un mazzo di carte: Istruzioni per l'uso

Fissa nella tua mente 4 stanze della tua casa (es: salone, cucina, bagno, camera), queste stanze rappresenteranno i semi delle carte. Se vuoi semplificare ancora di più questo passaggio puoi inventarti delle associazioni semantiche come ad esempio: in SALONE c’è roba costosa, quindi DENARI, in CUCINA si mangia verdura, quindi BASTONI, nel BAGNO c’è il wc quindi, COPPE, in CAMERA ci sono i propri affetti personali, quindi SPADE.

Per ogni stanza fissa ora nella tua mente 10 oggetti presenti in essa, iniziando a memorizzarli in una sequenza a te comoda.

Ora, per ogni stanza/seme, associa una carta in maniera sequenziale seguendo l’ordine degli oggetti del punto precedente.

Seguendo questi passaggi, arriverai ad avere una carta che corrisponde a un oggetto (valore carta) in una specifica stanza (seme).

Ti consiglio di iniziare a memorizzare 10 carte di un seme prima in maniera ordinata, poi mescolandole e cercando di ricordarle nella sequenza in cui vengono trovate. Può essere utile all’inizio creare in testa una “storia” con i 10 oggetti.

Quando farai tua la memorizzazione di 10 carte allora salirai di difficoltà aggiungendo un seme, poi 2 e infine 3 in modo da avere l’intero mazzo di 40 carte.
Ovviamente tutto ciò sarà poi applicabile con il tuo mazzo di Keyforge che avrà invece 3 stanze e 12 oggetti in essa😉.

Non demoralizzarti se all’inizio troverai qualche difficoltà. È più che normale, cerca di concentrarti e fai anche una pausa di 2 minuti ogni 10 minuti di esercizio circa, in modo che la tua attenzione rimanga costante e non cali.

Anche se i primi punti ti sembraranno facili, ti consiglio di seguirli alla lettera in modo che la tua testa si trovi poi a fare le associazioni in maniera molto più fluida e veloce, quasi meccanica!

Alla prossima lezione!

Articoli correlati

2 Commenti

  1. 08 febbraio 2019 12:11 KCCMT

    I miei affetti personali li prendo a colpi di spada? :-D

  2. Fai login con per commentare