Articolo

Scuola di Keyforge: il controllo Ambre efficace

👤scritto da Alberto 0 Commenti 📅31 agosto 2020

Oggi parleremo dei diversi tipi di AEmber Control, spiegando alcuni criteri da utilizzare nel leggere l'andamento della partita, quando far forgiare l'avversario e quando invece contrastarlo.

Faremo uso per la spiegaione di una partita che io stesso (l’autore) ho giocato nelle semifinali dello Shadow Worlds Tour contro un mazzo Genka (combo GENerosità Marziana +Key Abduction).

Questo è il Primo Topic di una serie che si chiamerà "Scuola di Keyforge" seguiteli, rimanete
aggiornati e Buona Lettura a Tutti!

Iniziamo spiegando che i tipi di Controllo Ambra sono 4 e che, in ordine di forza, sono:

1) Furto o Trasferimento Ambre

Pro

E' la dinamica più efficace e rapida perché si traduce in un -(meno) per l'avversario e un +(più) per le proprie Ambre. Ci permette di rallentare il timing di forgiatura dell'avversario e contemporaneamente di velocizzare il nostro.
Non ci sono momenti o situazioni in cui è sbagliato rubare, salvo casi limite come la minaccia di Trapianto o Troppo da Proteggere.

Una forma di controllo utile su prima, seconda e terza chiave.

Contro

Questa dinamica è quella a cui riescono a rispondere più carte in assoluto, come "Odac il Patrizio", “Discombussolatore", "Guardiano della porta" ecc.
Per un mazzo con tante carte che sfruttano questa dinamica come numerosissimi mazzi COTA queste carte risultano davvero problematiche e possono compromettere la partita.

2) Aumento Costo della Chiave e Blocco forgiatura

Pro

Questa dinamica spesso ci permette di controllare diverse ambre alla volta a differenza del furto, che invece controlla generalmente 1-2 ambre per carta.
Risulta una dinamica molto forte se unita soprattutto a mazzi che rubano grandi quantità di Ambre di massa come appunto Troppo da proteggere o Trapianto, tanto da poter bloccare anche per diversi turni la possibilità di utilizzare le ambre accumulate dal vostro avversario fino a un colpo grosso con carte che trasferiscono ingenti quantità di ambre dalla sua alla nostra riserva.

Utile su prima e seconda chiave se l'avversario forgia con il malus e sulla terza chiave se
l'avversario non riesce a forgiare. Utile anche nella lotta di velocità alla terza chiave.

Contro

L'efficacia selettiva: in assenza di carte che rubano in massa, aumentare il costo delle chiavi risulta efficace solo se l'avversario riesce a forgiare ad un costo elevato. Ad esempio, una chiave a costo 9 si traduce nell'aver controllato 3 ambre del pool avversario. Nel caso l'avversario non forgi per via dell’aumento del costo, ho solo la percezione di
aver preso un turno di tempo, ma in realtà non è un vantaggio reale perché le amber in più
di fatto velocizzeranno la forgiatura della chiave successiva.
Inefficace su prima e seconda chiave se l'avversario non forgia, perchè ritarda la forgiatura della
chiave ma velocizza la forgiatura dei turni successivi non creando reale vantaggio.
Per capire meglio questo concetto, facciamo qualche esempio fingendo di copminciare un turno con 8 ambre e 0 chiavi forgiate::

turno 1) 8 aember
turno 2) Forgio e ho ancora 2 aember. Ne ottengo +4 nel mio turno
turno 3) Forgio e ho 0 aember. Ne ottengo +3 nel mio turno
turno 4) Ho ancora 3 aember. Ne ottengo + 3 nel mio turno
turno 5) Forgio e vinco

Ora proviamo a vedere la stessa sequenza di turni nel caso mi venga fatto del controllo amber di tipo “Aumento del costo” che mi impedisca la forgiatura nel passaggio 2:

1) 8 Aember. Mi giocano Malocchio
2) Non forgio e ho ancora 8. Ne ottengo +4 nel mio turno
3) Forgio e ho ancora 6 aember. Ne ottengo +3 nel mio turno
4) Forgio e ho ancora 3 aember. Ne ottengo + 3 nel mio turno
5) Forgio e vinco

In ultimo proviamo lo stesso tipo di esempio ma con un “Aumento dei Costi” che mi permetta di forgiare, intervenendo nello stesso momento dell’esempio precedente:

1) 8 Aember. Mi giocano tecnico dei sensori Garcia
2) Forgio a 8 rimanendo con 0 aember. Ne ottengo +4 nel mio turno
3) Non forgio e ho ancora 4 aember. Ne ottengo +3 nel mio turno
4) Forgio ho ancora 1 aember. Ne ottengo +3 nel mio turno
5) Non forgio ho ancora 4 aember. Ne ottengo +3 nel mio turno
6) Forgio e vinco

Come dimostrato, il controllo aember tramite Aumento del Costo della Chiave, rallenta realmente il Timing di forgiatura su 3 chiavi solo se quelle aember vengono effettivamente spese sulla chiave (o rubate in massa durante i turni di mezzo) mentre senza forgiatura non c'è una reale efficienza nel ridurre i turni necessari di forgiatura poiché il turno che faccio perdere al mio avversario, lo recupera nella velocità maggiore di forgiare la chiave successiva.
Di fatto, qualunque altro controllo ambra con un ruba 2 o perde 2 avrebbe ritardato di 1 turno la forgiatura ritardando anche il check del turno 3 risultando comunque più efficace di un aumentoi atto al solo evitare la forgiatura, non avendo effettivamente tolto dalla riserva avversaria alcuna ambra.

3) Cattura dal lato avversario

Pro

Ha la stessa efficacia del rubare e ci permette di creare lo stesso principio -1/+1 (tolgo una cosa a te e ne ottengo contemporaneamente una io) che tanto ci piace. Rispetto a rubare ovviamente richiede una azione in più (distruggere la creatura catturante) ma di solito è abbastanza immediato.
Utile soprattutto nel controllo Ambra della terza chiave ma anche su qualsiasi altra chiave.

Contro

Spesso le carte con questa capacità richiedono delle condizioni come nel caso di "Marte vuole
Ambre": la creatura avversaria deve essere ferita, o nel caso del "torcipensieri" la carta deve
sopravvivere un turno in campo avendo un affetto AZIONE, e come già detto poc’anzi la creatura che ha catturato deve essere distrutta perché l'efficacia di questo controllo aember sia sfruttata al 100%.

4) Cattura

Pro

Permette spesso di controllare un grande numero di ambre senza eccessive condizioni, entra
perfettamente in combo con carte di controllo ambra massivo come "Sic sempre”, Tirannosaurus", "Troppo da proteggere", "Trapianto dimensionale".
Utile soprattutto su terza chiave e nella corsa contro il rush.

Contro

In assenza di altre carte che controllino ambra, catturare ritarda il tempo di forgiatura avversaria
ma non è un controllo reale perchè di fatto, quando la creatura verrà distrutta, l'ambra tornerà
al suo proprietario senza creare un reale -1.
Catturare le ambre se poi non vengono trasferite in nella nostra riserva non è un reale controllo ambra se fatto sulla prima e seconda chiave e con creature poco protette, perché una volte riottenute le sue ambre, il nostro avversario velocizzerà la forgiatura delle chiavi successive con una dinamica simile all’esempio fatto sul controllo tramite Aumento del Costo.

A fronte di quanto detto fino ad adesso quindi come devo scegliere se far forgiare o meno l'avversario?

Dipende tutto dal controllo ambra del proprio mazzo.

Vincere a Keyforge si può fare in due modi:

  1. Rallentando l'avversario controllando un numero efficace di ambre e generandole in modo costante;
    Andando più veloce di quanto non lo sia il vostro avversario, senza controllare ambre ma generandone un numero massiccio.
  2. Da questo discorso si genera il senso del tempo del match: una volta che si capisce in quanto
    tempo l'avversario può forgiare le sue tre chiavi è facile rendersi poi conto se abbia più senso controllare o generare 2 ambre in uno specifico momento della partita.

Seguendo questo link è possibile vedere una partita in cui vengono messe in pratica dal sottoscritto tutte le cose dette finora:

https://www.youtube.com/watch?v=1yPa9f_rRFg&t=3628s

In questa partita, a minuto 7:19 ho fatto forgiare anche se avevo controllo Ambra per evitare la combo Genka e al minuto 30:04 non ho voluto controllare ambra perchè il tempo di forgiatura avversario era più veloce del mio rush tramite fair game e la combo Genka era stata già utilizzata.

Spero che questo articolo possa avervi dato una visione più ampia di uno degli argomenti più difficili di Keyforge: il gioco corretto Qualore aveste qualche opinione al riguardo (positiva o meno) sarei felice di vederla sotto forma di commento a questo articolo.

Al prossimo appuntamento con la Scuola di Keyforge

Articoli correlati