Articolo

Grand Championship: Intervista al vincitore Cristiano Erente

👤scritto da Filippo 0 Commenti 📅23 settembre 2019

Abbiamo avuto l’onore ed il piacere di intervistare Cristiano Erente, il vincitore del Grand Championship svoltosi a Modena il weekend del 14 e 15 settembre 2019.

Scopriamo insieme a lui come è riuscito a portare a casa questo fantastico risultato e ciò che pensa del gioco Keyforge.

I suoi mazzi sono The Smashing Researcher , Apologetically Armored Desdemona e “Specter” Yolanda, Tower Agent .

Ciao Cristiano, ed ancora complimenti per l’ottimo risultato raggiunto.

Raccontati ai nostri lettori: quando hai cominciato a giocare a KeyForge? Cosa ti ha attratto particolarmente di questo gioco? Hai giocato ad altri giochi di carte collezionabile prima?

Intanto buonasera a tutti voi forgiatori!
Grazie per avermi dato l’occasione di questa intervista per farmi conoscere meglio.
Ho iniziato verso fine anno quando con amici di vecchia data ci siamo incontrati per fare qualche partita come ai vecchi tempi di Magic.

La prima cosa che mi ha attratto è l’assenza di deckbuilding, quindi molto easy: compri, scarti e giochi! Mazzo buono o meno buono una partitella con gli amici te la fai tranquillamente con pochi euro.
Si, come ho già accennato ho iniziato nel 1994 con Magic e ho continuato fino ad oggi con alti e bassi.

Come è stato questo Grand Championship? Hai degli appunti personali sul formato adottato al torneo (ndr Tripletta), insomma Pro e Contro del formato scelto da Asmoplay?

Non vorrei essere lapalissiano ma è stato fantastico soprattutto dopo la delusione del Vault.

Il formato mi è piaciuto molto perché permette di adottare più strategie di gioco e anche di rimettere in campo mazzi lasciati in panchina che magari non sono ottimali nel formato Arconte.

La tua tripletta era monotematica (mono rush, mono controllo, mono combo), o una combinazione tra diversi archetipi?

La mia tripletta per scelta non è stata monotematica anche perchè mi piace variare strategie e stili di gioco per cercare di essere il meno prevedibile possibile e disorientare il mio avversario anche nella scelta della lista da bannare.

In merito alla scelta dei tuoi mazzi per il torneo: perché proprio questi tre mazzi? In un formato differente li avresti comunque portati, o in ogni caso uno dei tre lo avresti utilizzato ad un Vault Tour?

Ho scelto questi tre mazzi perchè mi rispecchiano e perchè quando li ho comprati l’ho fatto perchè mi sarebbe piaciuto averli nella mia collezione.

Non ho badato alla KeyForge SAS infatti nessuno dei miei mazzi si può fregiare di valori sas stellari come certi altri mazzi ben più blasonati e conosciuti.

Volevo portare The Smashing Researcher a Bologna e sono stato in dubbio tutto il tempo; ero appena uscito dal nerf di Accesso alla Biblioteca che aveva completamente stravolto i miei piani e la mia scelta è ricaduta frettolosamente su un altro mazzo che si è rivelato in quel contesto poco adatto...e infatti me le hanno suonate ben bene!

Adesso se potessi tornare indietro porterei The Smashing per rifarmi (Yolanda...non era ancora a casa a quel tempo).


Il mazzo vinto da Cristiano

Quali sono i punti di forza dei mazzi che hai scelto per il Grand Championship?

Il punto di forza è l’ottimo valore di speed: si pesca, si pesca e si pesca!
I viaggiatori hanno una marcia in più: rimescoli il cimitero nel mazzo con Aiuto dall’Io Futuro poi peschi pure due carte… Caverna Urlante poi in certe condizioni è letale.

Certamente poi devi avere anche carte buone nel mazzo per poterle pescare.
Ad esempio Smashing controllo ambra 7,8 che farebbe storcere il naso a molti eppure ho perso il conto di quante volte ho giocato Sussurri Implacabili nella medesima partita rimescolando il cimitero nel mazzo.

Yolanda di certo non ha la sua forza nel controllo ambra però ha molto impatto sul turno dell’avversario e questo secondo me è più forte che rubare rubare rubare...
Desdemona è una viaggiatrice nata con un bagaglio di ambra stampata di tutto rispetto (20).

Quali sono le carte o gli archetipi di mazzo che temevi maggiormente? E quali sono, secondo te, le caratteristiche principali che un mazzo deve possedere per essere competitivo?

Temevo Troppo da Proteggere o Trapianto Dimensionale perchè il mio doppio Viaggiatore Temporale è un mazzo che tendenzialmente deve andare all-in.

Qual è la carta che ti ha più deluso e quella che invece ti ha più sorpreso?

Deluso non saprei, ogni carta ha fatto la sua parte però quella che mi ha sorpreso è stata Canto di Guerra : mi ha fatto portare a casa la partita decisiva nella finale con veramente tantissime ambre in un turno solo complice anche qualche creatura con elusione del mio avversario.
Non avevo pensato sinceramente di utilizzarla così bene, che dire meglio!


Carta arconte del mazzo del vincitore

Quanto ti sei preparato (o quanto hai testato) per affrontare il torneo a questo livello?

Ho trascorso molto tempo a setacciare il web, ebay etc… Avrò letto migliaia di liste per trovare i mazzi più adatti al mio stile di gioco.
Ho studiato molto le liste dei mazzi scelti per individuare possibili sinergie, punti di forza e debolezze però a livello di partite ne ho fatte davvero poche e con Desdemona nemmeno una, questo per il poco tempo a mia disposizione.
L’esperienza da giocatore combo di magic mi ha sicuramente aiutato.

Hai dato ai tuoi avversari la possibilità di ripetere le giocate? I tuoi avversari lo hanno fatto con te o hai avuto la sensazione che qualcuno di loro giocasse “sporco”?

Quando la cosa è stata reciproca non ho avuto problemi. Fair play prima di tutto e rispetto degli avversari.

No per fortuna non ho avuto questa sensazione e anche se non gioco molto a KeyForge ho giocato tanto a Magicquindi non sono così sprovveduto se qualcuno giocasse sporco me ne accorgerei.

A tuo parere, nelle fasi finali, quanto influiscono in percentuale: mazzo, bravura del giocatore e pescate?

Una ferrari senza un buon pilota non vincerebbe mai una gara.
Il giocatore per me conta molto più di tutto il resto, è lui che prende le scelte importanti, è lui che sbaglia le giocate, non il tuo mazzo.
È lui che decide se tenere in mano una carta subottimale in un determinato momento ma probabilmente decisiva sul finale di partita.

Il resto è talmente ovvio che non lo commento nemmeno: il mazzo deve avere un senso e la fortuna interagisce sempre in ogni gioco di carte.
Direi quindi 70% giocatore - 25% mazzo - 5% fortuna.

Come giudichi il livello dei giocatori a questo Grand Championship? Sono più forti gli italiani o gli stranieri?

Non mi posso pronunciare non ho giocato con gli stranieri sicuramente gli italiani sono giocatori temibili.

Come ritieni la Community di KeyForge che pare essere sempre più in espansione?

Ritengo che sia uno dei motivi per cui gioco.
Tanti amici, un bel gruppo, voglia di divertirsi e sana competizione tutti ingredienti che ci aiutano a crescere sempre di più.

Siamo però agli albori del gioco pertanto è dovere di tutti prodigarsi e mettersi in prima linea per far conoscere il gioco non possiamo sperare che ci debba pensare solo il negozio sotto casa. La comunità è formata da tutti i giocatori di KeyForge.

Inserire nel gruppo nuovi giocatori, aiutarli e consigliarli nella scelta del mazzo, far respirare a tutti l’aria di allegria che si respira ad esempio qui da noi tra Prato e Firenze questo a mio avviso è lo spirito giusto per farci crescere.

Ieri ad esempio abbiamo celebrato il successo della delegazione toscana al Magic Maze, nostro negozio di fiducia, ed è stato tutto molto bello, semplice, con palloncini, stelle filanti, applausi e poi un bel torneo chainbound molto rilassato con l’inserimento di due nuovi giocatori!!!

Cosa ne pensi della nuova espansione Mondi in Collisione annunciata da FFG? Cosa vedi nel futuro di questo gioco?

Non sono molto orientato a vedere spoilers parziali pertanto non mi posso esprimere con un giudizio. Aspetterò l’uscita e poi vi farò sapere il mio pensiero. Con Era dell’Ascensione mi sono divertito.

Nel futuro? Spero di vedere tanti ragazzi/e che si divertono e si stringono la mano alla fine di ogni partita di KeyForge!

Grazie per l’intervista Cristiano e ancora complimenti per l’ottimo risultato raggiunto! Alla prossima!

Grazie a voi!

Articoli correlati