Articolo

Brobnar alla riscossa

👤scritto da Alfredo 0 Commenti 📅12 aprile 2019

Il giocatore esperto sa bene che Brobnar è tra le Case meno efficaci in partita.
Composta principalmente da giganti e goblin, riesce a produrre Æmber per lo più grazie al combattimento e il suo strumento principale di controllo dell’Æmber avversaria è tramite l’effetto perdere.

Entrambe queste caratteristiche sono piuttosto situazionali, ovvero dipendono soprattutto dalle giocate avversarie, in particolare dalle sue creature in campo e dal fatto che abbia o meno Æmber.
Questo ha portato i Brobnar ad essere una delle Case meno giocate in ambito competitivo e quindi tra le più escluse dal meta.

Sappiamo però che nei giochi di carte collezionabili il meta non è un qualcosa di statico ed immutabile: chi lavora sul gioco punta sempre ad equilibrare le cose per una varietà strategica il più ampia possibile.

C’è una carta annunciata in Era dell’Ascensione, che potrebbe stravolgere questa nostra considerazione della casa Brobnar:

The Flex è una carta con una notevole capacità di generazione Æmber, soprattutto per il fatto che i Brobnar sono la Casa con il valore di forza medio delle creature più alto.

Prima di buttarci in voli di fantasia sui suoi possibili usi, guardiamo bene cosa NON ci permette di fare questa carta.

Ready, Friendly, Brobnar

Ad una prima lettura si potrebbe non dare troppa importanza a questo trafiletto del testo della carta, ma è fondamentale per capire in che ambito muoverci.

Ready: vuol dire che la creatura deve essere pronta, quindi per quel turno non può combattere, raccogliere o usare abilità azione visto che deve essere esaurita per effetto di The Flex.
Per questo stesso motivo, se abbiamo 2 o più copie di The Flex in mano, non possiamo usarle sempre sulla stessa creatura nello stesso turno.

Friendly: la creatura deve essere amica, cioè sotto il nostro controllo. Non possiamo usare The Flex sulle creature Brobnar avversarie.

Brobnar: la creatura deve essere Brobnar, non possiamo usarla su creature di altre Case.

Quindi, riassumendo, il target di The Flex può essere una NOSTRA creatura Brobnar pronta, possibilmente con alto valore di forza per aver il miglior vantaggio di Æmber possibile e magari senza abilità particolari che richiedono di esaurirsi.

Vediamo tra le creature conosciute quali sono i migliori candidati.

La prima creatura che ci viene in mente è quella con il valore di forza più alto di tutto il gioco: il Drago Kelifi . Il suo valore di forza 12 ci permette di guadagnare esattamente 6 Æmber per forgiare il turno successivo.
Certamente questo vuol dire rinunciare ad attivare l’abilità del drago, ma per 6 Æmber può valere la pena rinunciarci.

La domanda è: il Drago Kelifi viene ristampato in Era dell’Ascensione?
Nel momento in cui scrivo non lo sappiamo ancora con certezza, ma la Fantasy Flight ha detto che le carte che cambiano nella prossima espansione sono soprattutto le comuni, quindi abbiamo qualche probabilità di rivederlo sul campo da gioco.

In mancanza del drago, un’altra buona creatura che può dare sfoggio della sua potenza muscolare tramite la carte The Flex è il goffo titano Lollop: una nuova creatura Brobnar di Era dell’Ascensione con un notevole valore di forza pari a 11.

Certamente questo punto di forza in meno rispetto al drago Kelifi non è cosa da poco: dovendo arrotondare per difetto otteniamo 5 Æmber invece di 6 che non sono sufficienti per forgiare il turno successivo.

È anche vero però che, se facendo il paragone con il drago Kelifi ci sembra di perderci, ragionando in termini più ampi stiamo pur sempre guadagnando 5 Æmber giocando una carta, che è comunque un ottimo risultato.

Ci si può accontentare benissimo anche di un risultato come 3 o 4 Æmber, esaurendo carte come Krump , Valdr o Troll .

Conclusioni

Se accompagnata dalle giuste creature, The flex ha indubbiamente un buon impatto in partita ed ha un effetto di generazione Æmber mai visto prima d’ora in una carta Brobnar.

Certamente per stravolgere l’idea che abbiamo della casa di giganti e goblin, The Flex da sola non è abbastanza: serve l’aiuto di altre carte per raggiungere lo scopo.
Il processo di affinamento del meta di Keyforge è però una macchina sempre in movimento e la direzione intrapresa è quella giusta.

Attendiamo di vedere rivelate nuove carte confidando in nuovi effetti e nel fatto che nel Crogiolo, da qualche parte, sono nascoste creature ben più forti del Drago Kelifi .

Articoli correlati