Articolo

Arconti League - Intervista a Velidan

👤scritto da Kest 1 Commenti 📅14 giugno 2019

Benvenuti all’intervista di oggi con il vincitore dell’Arconti League 2: Velidan.
Ciao Velidan dopo settimane di battaglie fra Arconti ti sei laureato vincitore della seconda edizione dell’Arconti League.

Ovviamente congratulazioni per la vittoria! Prima domanda a bruciapelo, come ti senti ad essere il vincitore assoluto di “Arconti League 2”, il torneo di Keyforge Italia?

Entusiasta è dir poco, è stata davvero una bellissima esperienza, ora sono un Arconte felice!
Se ripenso che al via ero in mezzo a 170 partecipanti e che alla fine mi sono trovato a giocare in streaming con un team di esperti che commentava le mie mosse… beh, mi sembra tutto incredibile!

Diamo un’occhiata al tuo percorso per arrivare alla vittoria e quali avversari hai dovuto superare:

Turno Avversario Esito
Svizzera AlessandroBrogi Vittoria
Svizzera Zaffakhan Vittoria
Svizzera Enrico Beons Belloni Vittoria
Svizzera shicecco Sconfitta
Svizzera Whiplash80 Vittoria
Svizzera Steve994 Vittoria
Sedicesimi Tartaman892 Vittoria
Ottavi MichelangeloMeulli Vittoria
Quarti Dammat96 Vittoria
Semifinale AdrianMoldemort Vittoria
Finale RiccardoMont Vittoria

Sappi che pretendiamo massima sincerità dalle tue risposte...il “politically correct” qui è bandito.
Quindi ti chiedo subito, ti aspettavi ti arrivare fino in fondo al torneo con il supporto del tuo mazzo?

Onestamente quando mi sono iscritto non nutrivo molte aspettative, anche perché era il mio primo torneo in formato adaptive. Consideravo l’Arconti League più come una buona occasione per giocare contro avversari preparati e al contempo provare nuovi mazzi.

Avete spesso invocato la mia buona stella, ed in effetti mi sono reso conto che questo 2019 mi sta regalando un sacco di soddisfazioni a livello ludico. Speriamo che magia non si interrompa, io continuo a credere nel cuore delle carte!

Una sola sconfitta in tutto il tuo cammino, hai praticamente ricalcato il percorso di Dammat96 nella prima edizione, ma anche tu avevi dato un’occhiata agli altri mazzi iscritti prima di cominciare?

Si qualche mazzo l’avevo guardato per cercare di capire un poco il meta del torneo e vedere se ci sarebbero state molte liste che avrebbero potuto ostacolarmi. Però analizzarli tutti questa volta penso fosse impossibile, ce n’erano davvero troppi da
spulciare!

Hai giocato una finale praticamente perfetta dimostrando a pieno tutta la tua abilità condita probabilmente da un pizzico di fortuna che non guasta mai. Raccontaci le tue impressioni durante le due partite decisive per il titolo.

Prima della finale ero abbastanza teso, soprattutto perché dopo alcune partite di prova ero arrivato alla conclusione che il mazzo di Riccardo fosse più forte del mio. Anche se non si trattava di una differenza schiacciante il divario c’era, il mazzo Legge, the Watchfully Prepared presenta una serie di carte controllo che il mio Loke Julius, Pirata di Velaridente soffre notevolmente.
Mi aspettavo quindi il seguente scenario: perdere la prima partita, vincere la seconda e poi giocarmi tutto all’asta sui vincoli. In questa configurazione avrei giocato la seconda partita con l’obbligo di vincerla e questa idea mi metteva abbastanza sotto pressione.

La sera della finale, tuttavia, il mazzo ha girato quasi alla perfezione esprimendo a pieno il suo potenziale, ho incredibilmente dichiarato il check per la mia terza chiave al 5° turno! Queste giocate velocissime non hanno permesso al mio avversario di utilizzare efficacemente le risposte del suo mazzo.

Una volta vinta la prima partita la difficoltà è stata quella di mantenere calma e concentrazione, evitando di darmi vincente prima del tempo. Anche se mi sentivo avvantaggiato usando il mazzo che reputavo più forte, ho affrontato la seconda partita con la consapevolezza che, come si era appena visto, nulla in Keyforge può darsi per scontato!

Parliamo ora un po' del tuo mazzo. Le carte Logos, Ombre e Selvaggi del tuo mazzo nelle tue mani sono sembrati un tris di Case letale per i tuoi avversari. Parlaci un po’ di lui...

Credo che la forza di Loke Julius, Pirata di Velaridente sia nell’avere un piano. È un deck che sa cosa deve fare e lo fa particolarmente bene. Per giocarlo al massimo bisogna assecondare questa strategia, capire il momento giusto in cui chiamare la Casa Selvaggi e mettere in campo la “combo”. Per fare ciò bisogna sempre avere la consapevolezza di cosa è rimasto nel mazzo e quindi di cosa potremmo pescare.

Al contempo è importantissimo studiare il deck dell’avversario per capire a cosa giocare intorno. Le carte che danno più fastidio sono quelle che il tool di KeyForge Italia classifica come “Controllo turno avversario”. Vi dico solo che una volta mi
hanno giocato una Sonda di Profondità che mi ha fatto scartare 5 carte!

Guardando la lista può sembrare che la forza di Loke stia esclusivamente nel reparto selvaggi, ma non è così, le altre due casate sono infatti estremamente sinergiche alla strategia del mazzo. Le ombre, anche se mancano di tante carte fondamentali per il controllo ambra, in verità danno un grande aiuto a livello di board control e boost di ambre.

In conclusione sono davvero felice del mio Loke che, tra l’altro, alla luce degli ultimi nerf ritengo sia diventato ancora più competitivo!

Qual è la singola carta a cui non vorresti mai rinunciare nel tuo mazzo? E la sinergia più potente che riesci a realizzare con le tue carte? Quella che proprio non vedi l’ora di pescare (anche se, vedendo la finale, un’idea ce la siamo fatta ndr)

Non rinuncerei mai a Dextre !!

Ahahah, ovviamente scherzo, non potrei mai fare a meno degli archivi e quindi delle carte Logos Ricerca Accurata e Ricerca Approssimativa . Sono entrambe troppo importanti e funzionali alla strategia del mazzo.

La sinergia più potente ovviamente è quella insita nella Casa Selvaggi che punta a produrre moltissima ambra e poi a forgiare nel turno, rubando il tempo all’avversario ed impedendogli qualunque risposta. In particolare nel mio mazzo avere 10 creature su 12 carte selvaggi permette di sfruttare al massimo il 3x di Stregone Cacciatore .

Qual è stata la partita più difficile o l’avversario più ostico che hai dovuto affrontare durante la competizione? C’è stato un momento in cui ti sei detto “questa volta non ce la faccio, ora perdo”?

Gli avversari più ostici sono stati Dammat96 e AdrianMoldemort, li considero davvero dei giocatori eccellenti.

I momenti in cui me la sono vista veramente brutta sono stati due:

  • La terza partita contro shicecco, che mi ha battuto aggiudicandosi il mio mazzo all’asta. Me la ricordo molto bene perchè è stata una partita incredibile, persa nonostante avessi tirato un Troppo da Proteggere che ha rubato ben 6 ambre!
  • E poi la terza partita della semifinale contro AdrianMoldemort, che ho portato a casa giusto per un’ambra. Si è giocato talmente sul filo del rasoio che una qualunque scelta diversa avrebbe potuto ribaltare il risultato.

Ovviamente come campione in carica dovrai partecipare anche al prossimo Arconti League per “difendere” il tuo titolo. Sarai la “preda” più ambita da tutti i giocatori. Pensi di iscriverti con lo stesso mazzo o lo cambierai cercando di riconfermarti campione anche con uno nuovo?

Certo che ci sarò! Anche perché, da quello che so, nella prossima edizione potranno partecipare pure giocatori non italiani… dobbiamo fargli vedere di che pasta siamo fatti!!! :D

Per quanto riguarda il mazzo, Loke da buon pirata ha già arraffato il suo bottino ed ora pensa solo a come goderselo… come dargli torto?!

Quindi si, sicuramente porterò un mazzo nuovo, magari pieno di ratti!

A questo punto diventa quasi obbligatorio organizzare una sfida contro il primo campione dell’Arconti League Dammat96. Vuoi dirgli qualcosa per lanciare il guanto di sfida?

Giovane Dammat96, purtroppo non potrò venire al Vault Tour per sfidarti anche dal vivo.

Però tranquillo, lo scontro è solo rinviato, prima o poi ci incontreremo e sappi che intendo battere anche la tua Kinsil , vincitrice della prima edizione!

Chiudo l’intervista facendoti per l’ennesima volta i complimenti da tutto il nostro Staff e con l’ultima domanda di rito…. Chi è più forte, tu o il tuo mazzo?!?

Grazie di nuovo per i complimenti!

Stavolta però vorrei ricambiarli a tutti voi dello Staff di Keyforge Italia che avete organizzato e gestito l’intero torneo in maniera molto professionale, bravi davvero!

Riguardo la tua ultima domanda… beh, credo che Keyforge si basi molto sulle sinergie, ci sono carte che se combinate correttamente sono capaci di esprimere un valore inaspettato.
Allo stesso modo è importantissimo il rapporto che si instaura tra un giocatore e il suo mazzo. Anche se è innegabile che Loke sia davvero molto forte, sono convinto che insieme lo siamo ancora di più!

Con questa intervista si conclude definitivamente l'esperienza del secondo Arconti League. Come staff mi auguro che tutti si siano divertiti e non posso fare altro che rimandarvi alla terza edizione, che partirà al termine dell'estate.

Articoli correlati

1 Commenti

  1. 17 giugno 2019 13:47 Monty Ratarsed

    il tuo mazzo Velidan ha bisogno di una certa maestria per essere padroneggiato alla grande. Sicuramente la parte Logos aiuta moltissimo a preparare la combo in maniera perfetta. Insomma lo vedo alla grande nel formato Adaptive. (Quando vorrai affrontare Eminenza anche avvisami)

  2. Fai login con per commentare